Rottamazione delle cartelle bis:

Con l’approvazione del maxiemendamento di ieri, il Senato ha dato il via libera alla c.d “sanatoria delle cartelle bis”.

Mediante la  sanatoria, il contribuente potrà usufruire dello stralcio delle sanzioni amministrative e degli interessi di mora relativi alle proprie cartelle.

In relazione alle sanzioni derivanti dal codice della strada si segnala che il lo stralcio riguarderà solamente le maggiorazioni previste dalla legge.

Cosa è possibile “Rottamare”

Si potranno rottamare  i carichi dal 2000 al 2016 ma solo per i debitori che non avevano già presentato istanza di definizione ed i carichi trasmessi da gennaio a settembre 2017.

Potranno inoltre essere riammessi alla procedura i debitori che avevano ricevuto diniego in merito all’istanza di adesione alla “vecchia procedura di rottamazione” per mancato versamento delle rate di preesistenti piani di dilazione in scadenza al 31 dicembre 2016.

Si segnala infine che, potranno essere riammessi alla rottamazione i soggetti “decaduti” dalla vecchia procedura (nello specifico coloro che non hanno provveduto al versamento delle prime due rate, rispettivamente in scadenza nei mesi di luglio e settembre 2017) se provvederanno a pagare le rate scadute  a luglio, settembre e quella prevista con scadenza novembre 2017. Infine viene rimandata a luglio 2018 la rata di aprile 2018.

Sicuramente è un occasione da non perdere per poter regolarizzare le proprie posizioni, infatti il risparmio nella maggior parte dei casi è considerevole.

Il Team di Commercialista Solutions è a disposizione per offrirvi una consulenza specifica sulla materia ed affiancarvi  nella  predisposizione delle pratiche relative alla rottamazione delle cartelle.

Menu